Tutorial FileZilla

Stampa

 

Tutorial

FileZilla (versione 3.0.4.1)

 

 

logo_filezilla

 

 


 

FileZilla è un client Ftp facile da usare, veloce ed affidabile. Supporta molte opzioni di configurazione. Il programma offre la consueta interfaccia a due finestre affiancate, il resume automatico e la possibilità di impostare la banda a seconda del giorno e dell'ora. L'applicazione può connettersi con pressoché tutti i server FTP, anche se si utilizza un firewall o un proxy SOCKS. Con server SFTP e server che supportano SSL o Kerberos GSS tutto il traffico può essere criptato.
Questo tutorial ti aiuterà a configurare ed usare FileZilla.


Principali caratteristiche:

  • Possibilità di riprendere Upload/Download (se il server lo supporta);
  • comandi personalizzati;
  • site Manager con cartelle;
  • sistema Keep Alive;
  • timeout;
  • supporto firewall;
  • supporto SOCKS4/5 e proxy HTTP1.1;
  • connessioni sicure SSL;
  • supporto SFTP;
  • gestione code upload/Download;
  • supporto multi-lingua;
  • autenticazione GSS e criptazione usando Kerberos.

 


 

Installazione
Dopo aver scaricato e salvato (sezione Download >Software Open Source > Internet/Reti > FileZilla_3.0.4.1_win32-setup.exe) l’installer del nostro client FTP sul proprio computer si può passare alla sua installazione, facendo doppio clic sull’icona di setup.

 

NOTA: La seguente procedura di installazione è riferita alla versione 3.0.4.1 di FileZilla

 

Avviando il setup del programma ci apparrà nella seguente finestra il contratto di licenza software, premiamo il pulsante “I Agree” per procedere con l’installazione.

 

Scegliamo se far usare l’applicazione a tutti o soltanto all’utente attuale del computer, e clicchiamo sul pulsante “Next”

 

Nella finestra “Choose Components” lasciamo tutto come da immagine e clicchiamo sul pulsante “Next”

 

Se non abbiamo esigenze particolari di installazione, dovute ad una insufficienza di spazio su disco, lasciamo il percorso che appare nella casella “Destination Folder” e premiamo “Next”

 

Clicchiamo sul pulsante “Install”

 



Note: Nonostante le schermate di installazione siano in inglese FileZilla riconoscerà automaticamente la lingua Italiana, ed all’avvio, il programma sarà in italiano.

 


 

 

 

Come connettersi ad un server FTP con FileZilla
Cominciamo subito ad analizzare il programma, una volta aperto vi si presenterà una schermata come questa

 

 

 

 

Noterete subito in alto le caselle "Host", "Nome utente", "Password" e "Porta", queste sono utilissime per una connessione veloce ad un server, un esempio?
Presto detto, ammettiamo di voler scaricare l'ultimo aggiornamento di Nero ma di non voler visitare il sito, colleghiamoci all'FTP di Nero: scriviamo alla voce “Host” l’indirizzo del server che è “ftp.nero.com” e lasciamo gli altri campi vuoti; vi starete chiedendo perché vuoti? Utente e Password sono inutili perché effettueremo una connessione anonima al server (il che significa che non va inserito il nome utente) mentre la porta essendo quella di default (21) verrà inserita automaticamente dal programma. Ora siamo connessi all'FTP ed a metà pagina del programma troviamo due colonne, la sinistra indica i file sul vostro computer, quella a destra i file sul server; vedi figura seguente:

 

 

ora possiamo scegliere il file che più ci interessa scaricare e cliccando due volte sul nome del file avvieremo il download che possiamo tener d'occhio nello spazio in basso del programma come potete vedere nel seguente screenshot

 

una volta terminato il download troverete il file nella cartella indicata nella colonna di sinistra.
Non è finita, con questo client FTP possiamo impostare i server FTP per così dire "preferiti”. In alto a sinistra c'è questo pulsante premendolo uscirà questo box

 

 

clicchiamo su nuovo e inseriamo i dati della connessione, per esempio quelli al nostro sito personale:



Host è l’indirizzo FTP a cui connettersi (per esempio: mionome.altervista.org)
Porta potete facilmente intuirlo e generalmente è sempre 21
Tipo di server è il tipo di server a cui connettersi (la stragrande maggioranza dei server sono FTP – File Transer Protocol)
Tipo di accesso: andrà impostato a secondo delle esigenze: Anonimo per i server che non richiedono autenticazione (come abbiamo visto nell’esempio di prima per Nero) mentre Normale per quelli che la richiedono (come il vostro sito personale)
Utente e Password sono i valori che dovrete inserire per accedere al vostro spazio web.

 

Cliccando sulla scheda “Avanzate” come da foto

Possiamo scegliere la Cartella locale predefinita e Cartella remota predefinita sono caratteristiche solo di Filezilla (in CuteFTP già mancano per dirvene uno), e sono utili valori da impostare nel caso vogliate aprire una cartella in particolare al momento della connessione.
Impostati tutti i valori ci basterà cliccare la freccetta alla destra di questo pulsante per far uscire un menù a tendina in cui sono contenuti tutti i server impostati, scegliamone uno e la connessione è bella e fatta.

 


 

Configurazione
FileZilla ha molte opzioni di configurazione che potete impostare dal menù Modifica > Impostazioni.

 


Normalmente non dovete configurare FileZilla.
FileZilla è settato di default con una configurazione ottimale per la maggior parte degli utenti.
Le opzioni sono divise in più pagine selezionabili nella parte sinistra della finestra di dialogo.

 


 

 

 

Connessione
La pagina della connessione e le relative sottopagine impostano come FileZilla si connette hai server ftp.

 

 

 

 


Modalità di Trasferimento
Filezilla si può usare in uno dei due seguenti modi: passiva o attiva. In genere la scelta di attiva o passiva è fatta per determinare chi ha problemi con il firewall.

Con la modalità Attiva, quando ci si connette a un server remoto FTP per scaricare un file, l'FTP server effettua una nuova connessione con Filezilla per trasferire i dati richiesti. Questa è chiamata data connection. Per iniziare Filezilla sceglie una porta casuale sulla quale ricevere i dati della connessione. Invia il numero di porta scelto al server FTP e resta in ascolto su quella porta in attesa di possibili connessioni. Il server FTP inizia quindi una connessione con la porta scelta all'indirizzo di Filezilla e trasferisce i dati. Questo è un problema per gli utenti che cercano di ottenere un accesso a un server FTP da dietro un gateway NAT. Proprio per come lavora la NAT, il server FTP inizia la connessione di dati collegandosi alla porta scelta all'indirizzo esterno del gateway NAT. La NAT riceverà questa connessione, ma non avendo mappato il pacchetto nella sua tabella di stato, getterà via il pacchetto e non lo consegnerà a Filezilla.

Con la modalità Passiva l'FTP (modalità di default), il Filezilla richiede che il server scelga una porta a caso per ascoltare la connessione di dati. Il server informa Filezilla della porta scelta, e Filezilla si connette a questa porta per trasferire i dati. Sfortunatamente questo non è sempre possibile o desiderabile per l'eventuale presenza di un firewall davanti al server FTP che blocca la connessione dati in ingresso.

Impostazioni di riconnessione
Se la connessione si è chiusa mentre era attivo un trasferimento, FileZilla può essere configurato per tentare di ricollegarsi più volte al server, per tentare il trasferimento. Qui, potete configurare per quanto tempo FileZilla deve attendere prima della riconnessione, ed il numero massimo di tentativi di Login.


FTP Keep-Alive
Serve ad evitare la disconnessione se si resta per troppo tempo senza attività con il server remoto. FileZilla può essere configurato per inviare comandi Keep Alive tipo "PWD", "REST 0", "TYPE A", o "TYPE I" ad intervalli casuali, per simulare l'attività ed impedire che il server FTP vi disconnetta. Per usare il sistema Keep Alive spuntare Abilita Keep Alive.

 


 

 

 

FTP Proxy
Come visto precedentemente, l'FTP non funziona molto bene attraverso la NAT e i firewall.
Filezilla fornisce una soluzione per queste situazioni effettuando il reindirizzamento del traffico FTP attraverso un server proxy FTP. Questo processo agisce per "guidare" il traffico FTP attraverso gateway NAT e firewall.

 

 


 

 

 

Trasferimenti di files
Da questa finestra, potete modificare il comportamento di FileZilla durante i trasferimenti di file.

 

 

 

 

Trasferimenti massimi simultanei
FileZilla può trasferire file multipli ed è inoltre possibile fare altre operazioni mentre si trasferiscono i file. Si possono impostare da 1 a 10 files da trasferire simultaneamente.

Timeout
Dopo che FileZilla invia un comando, se il server ftp non risponde, o inizio una risposta ma non la completa, FileZilla presuppone che il collegamento sia stato interrotto. Qui, potete impostare il tempo in secondi che FileZilla deve attendere prima della disconnessione. Se avete una connessione molto lenta su un server FTP si evitano continue disconnessione, impostare il tempo provando ad aumentarlo fino a trovare la configurazione ottimale.

 


 

 

 

Tipi di file
Quando un server FTP usa un sistema operativo differente dal nostro, potete avere bisogno di di usare modi differenti di trasferimento per i tipi differenti di files. Di default, FileZilla prova a rilevare il tipo di file e seleziona un modo di trasferimento. Questa pagina permette di configurate la selezione dei modi trasferimento.

 

 

 

Tipo di trasferimento predefinito
Lasciare su Automatico, a meno che desideriate forzare FileZilla per usare un modo specifico per ogni trasferimento.

Classificazione automatica dei tipi di file
Quando avete scelto Tipo di trasferimento predefinito Automatico, FileZilla sceglie il modo ASCII per tutti i tipi di file che sono nella lista. Aggiungere un nuovo tipo di file, digitare l'estensione del file e cliccare su Aggiungi; per rimuovere un tipo di file, selezionarlo dalla lista e cliccare su Rimuovi.


Note: Se si inseriscono tipi di file non corretti, è possibile che i file vengano alterati durante il trasferimento.

 

Potete impostare l'azione da eseguire se il file di destinazione esiste già. Di default, FileZilla chiede sempre prima di sovrascrivere un file.

 


 

 

 

 

Di seguito altre schermate del menù impostazioni, che non richiedono spiegazioni:

 

 

 

 








 


 

 

 

Visualizza file nascosti
Un’ultimo settaggio da fare, è quello di rendere visibili i file nascosti, molto utile su un server FTP in ambiente Linux che, può contenere dei files nascosti tipo i files “.htaccess” che se non spuntiamo questa opzione non vedremmo sul server remoto.

 

 

 

Immagine024.gif